19/02/2019 - Hai mai sentito uno dei tuoi nonni lamentarsi per un'allergia?

Hai mai sentito uno dei tuoi nonni lamentarsi per un'allergia?


Questa mattina, un mio amico ha condiviso su facebook uno studio interessante, sul fatto che i nostri nonni non soffrissero di allergie alimentari quanto noi. In effetti è proprio così e avere allergie comporta -oltre al problema alimentare- un problema economico, perché avere una o più allergie in casa influenza -e non poco- l'economia di una famiglia, che deve essere più attenta nella spesa di tutti i giorni. Ma anche per il Sistema Sanitario Nazionale è un costo, visto che ogni 3 minuti una persona si presenta in un Pronto Soccorso per una reazione allergica.

Ormai lo sappiamo, quello che mangiamo oggi è sicuramente diverso da quello che mangiavano i nostri nonni, sia nel campo della frutta e verdura, che negli altri campi, perché la produzione industriale contribuisce ad “inserire” nei cibi elaborati (e non solo in quelli!) elementi estranei, quali coloranti, conservanti, aromi, eccetera.

Io non ho mai sentito i miei nonni lamentarsi per un'allergia.

Forse perché mangiavano cibo non elaborato, molto spesso proveniente dal proprio orto o dall'orto di un amico o parente. Non ci si rimpinzava come facciamo oggi, perché il cibo saziava. Invece oggi sembra non essere mai sazi.

Siamo noi ad esserci trasformati in appena due generazioni, o è il cibo ad essere cambiato?

La frutta e la verdura sembra non saziarti mai e, al contrario, se ne mangi una quantità abbondante ti senti gonfio?

Sicuramente lo stile di vita influisce: la maggior parte di noi fa una vita sedentaria, mentre i nostri nonni non lo erano, ma anche le persone più attive mi sembra facciano i conti con allergie, sovrappeso, malessere, malumore (si anche quello!),....

I nostri nonni raramente ricorrevano al medico, perché quando stavano male si mettevano a letto, aspettavano che passasse, e magari si mangiavano una zuppa, un minestrone...... avevano sempre qualcosa da mangiare per alleviare, curare e risolvere il problema.

In due generazioni siamo passati dai nostri nonni, che avevano il cibo come medicina, a noi, che abbiamo medicine per il cibo.

Allora, siccome è certo che in due generazioni, non possiamo esser cambiati noi, vuol dire che è vero: è cambiato quello che mangiamo.

Ogni singola cellula del nostro organismo ha bisogno di essere alimentata nel migliore dei modi e -volenti o nolenti- questo è un nostro compito.


Allora basterebbe avere un orto?

Non lo so, quello che so è che i fattori esterni, che non posso controllare anche avendo un orto, sono innumerevoli: dall'aria che respiro io e respirano le mie piante, fino all'acqua, con le quali le innaffio e le nutro. Perché così come io sono carente in caso di cattiva alimentazione, anche le piante saranno carenti se le nutro in maniera non adeguata. Ma sull'acqua non posso intervenire, così come non posso intervenire sulla terra nelle quali le pianto.

La risposta purtroppo è NO.


Tutto questo ragionamento è quello che abbiamo fatto, a casa, più o meno tre anni fa. E oggi sembra essere più che mai attuale.

Noi abbiamo deciso di integrare, perché abbiamo capito che, per quanto ci sforziamo di scegliere i migliori alimenti per la nostra famiglia, questi sono carenti. Carenti in sostanza.

E noi integriamo con Otimal Set, che ogni giorno colma le lacune dell'alimentazione di oggi.


Perché Optimal Set e perché FitLine? Siamo felici di spiegartelo senza alcun impegno da parte tua: contattaci attraverso uno dei canali in questa pagina, dove potrai contattarci anche tramite Whatsapp, direttamente dal sito.


Dopo averne parlato, vuoi provarlo per un mese, con la garanzia del soddisfatto o rimborsato?  Noi lo compriamo QUI,  direttamente dall'azienda, perché oltre alla garanzia del soddisfatto o rimborsato, ci arriva con corriere espresso in 48 ore, senza il pericolo di rimanere senza o di ricevere una confezione danneggiata o prossima alla scadenza.

Comunque, se hai letto fino a questo punto, vuol dire che la consapevolezza di non mangiare bene la hai anche tu, come la avevamo noi. Allora, siamo a Tua disposizione per parlarne assieme e darti tutte le informazioni che vorrai.   scrivici da questa pagina.

20180911_175307-01jpeg